intestazione

RelazionArti

Relazionarti

Come ti relazioni con gli altri? E con te stesso?

Laboratorio artistico-espressivo relazionale

 In un clima di familiarità, di gioia e di gruppo, non solo faremo degli incontri con persone che come noi hanno voglia di mettersi in gioco e di crescere, ma andremo a conoscere il nostro modo di legarci con gli altri (come, perché, secondo quali bisogni e schemi). Gli incontri con le persone possono essere diversi se noi sappiamo incontrarli “diversamente”. Gli incontri sono la gioia della vita ma diventano scontri se non sappiamo come farli.

  • Chi viaggia senza incontrate l’altro, non viaggia, si sta solo spostando

Metodologia: attiva, dinamica ed esperienziale.

Ciò che si propone con questo percorso è la dimensione “creativa” come approccio alla conoscenza e come modalità di esperienza.
Il laboratorio mira ad incoraggiare l’espressività spontanea. Le persone potranno esprimere le loro emozioni attraverso la pittura, il collage, il disegno, la scrittura, la meditazione, la spiritualità.

Dove: salone superiore casa del giovane. Il percorso verrà realizzato all’interno di un ambiente adeguatamente attrezzato da tavoli o altro tipo di supporto, in cui si dispone di materiali artistici di varia natura e in uno spazio aperto per lavorare con il corpo.

Quando: Il percorso proposto all’interno della programmazione pastorale parrocchiale è di 10 incontri e prevede un incontro da due ore, il secondo martedì di ogni mese a partire da settembre 2019 a giugno 2020.

10 Settembre 2019

22 Ottobre 2019  (SPOSTATO APPUNTAMENTO)

12 Novembre 2019

10 Dicembre 2019

11 Febbraio 2020

10 Marzo 2020

14 Aprile 2020

12 Maggio 2020

9 Giugno 2020

Strumenti:

  • Comunicazione frontale
  • Spezzoni film
  • Esercizi soggettivi e di gruppo con la mediazione artistica
  • Momento di confronto e condivisione

Destinatari: adatto per chiunque voglia crescere, divertirsi, dar voce al proprio cuore e alla propria anima, incontrare e incontrarsi, conoscere e conoscersi, coinvolgere, coinvolgersi.

Conduzione: Katia Dal Molin

IL PERCORSO E' APERTO A TUTTI, NON SERVONO ABILITA' ARTISTICHE, INGRESSO LIBERO E GRATUITO.

I NOSTRI DUE CERVELLI, LO SCIENZIATO E L’ARTISTA CHE SONO IN NOI! La mente intuitiva è un dono sacro, e la mente razionale è un fedele servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha dimenticato il dono. (Albert Einstein)

Se vedete la ballerina girare in senso orario in voi prevale l’emisfero sinistro dove risiede la parte logica, quella dedicata al linguaggio alla matematica, all’attenzione per i particolari e alla capacità di apprendere. In definitiva è la parte più pratica di voi. Se volete vedere la ballerina cambiare senso di rotazione provate a lasciarvi andare all’immaginazione e alle sensazioni.

Se vedete la ballerina girare in senso antiorario in voi prevale l’emisfero destro dove risiede la parte più creativa, più emotiva più istintiva il pensiero laterale e in voi innato, vedete le cose in modo diverso. Fantasia e istinto sono prevalenti quindi in questo caso se volete vedere girare la ballerina in senso orario provate a concentrarvi di più sui dettagli della figura.

QUALCHE FOTO

giovani_13.jpg
© 2019 Associazione Sottotitolo